La‌ ‌camicia‌ ‌a‌ ‌quadri:‌ ‌dalla‌ ‌foresta‌ ‌alla‌ ‌città.‌ ‌ ‌

 

La camicia a quadri è nata negli Stati Uniti a metà del XIX secolo come camicia da lavoro in flanella per i lavoratori della Pennsylvania, prodotta da Woolrich, la più antica azienda americana produttrice di abbigliamento outdoor. Divenne popolare per essere allo stesso tempo calda e confortevole e diventa un simbolo della tradizione americana, indossato da personaggi diversi come Marilyn Monroe, Kurt Cobain e Lady Gaga. 


Sebbene la camicia a quadri di flanella è un classico della cultura pop, le camicie a quadri di cotone o lino sono due classici senza tempo. Oggi vi parleremo delle camicie Vichy e a micro-quadri, due alternative piene d’eleganza per indossare questa stampa geometrica in ufficio o a una cena. 


Camicia Vichy


La maggior parte delle persone pensa che il motivo Vichy sia francese, ma in realtà è arrivato in Inghilterra dalla Malesia durante il regno di Elisabetta I. Fu grazie a Napoleone II che la città di Vichy diventa produttrice di questa particolare stoffa. Il classico Vichy si stampa direttamente sul tessuto e consiste in piccoli quadretti bianchi alternati a piccoli quadretti blu, celesti, rossi o neri risultando in una stoffa fresca e allegra con un aire retrò ed elegante. 


Camicia a micro-quadri


Le camicie con una micro-fantasia a quadretti sono perfette da alternare con quelle a tinta unita per look formali e da ufficio. I quadretti tono su tono, abbinati a un abito spezzato o un blazer monocromatico, ti daranno un look sobrio con un tocco di diversità. Il cotone e il popeline sono i due tessuti ideali per questo tipo di fantasia, il tipo di colletto - se italiano o francese -  è una scelta personale. 

 

Foto: Millo Lin in Unsplash